Alghero

EsternoAlghero é una piccola cittadina della provincia di Sassari, a 35 Km a Sud-Ovest del capoluogo di provincia, nella Nurra meridionale. E' affacciata sul golfo omonimo e si trova a 7 metri s.l.m. Il comune ha un'estensione di 224,9 Km2 con circa 41000 abitanti. Fondata dai Genovesi nel secolo XI, fu lungamente sotto la dinastia della Famiglia Doria, interrotta solo da un breve periodo Pisano (1283-1284). Nel 1353, dopo un lungo assedio, fu conquistata da Pietro IV D'Arborea e la popolazione, costretta a fuggire, fu sostituita da una colonia Catalana (ancora oggi gli abitanti di Alghero parlano un dialetto catalano).

Sia sotto la dominazione Aragonese che sotto quella Spagnola, durata fino al 1720, la città, poderosamente fortificata nel XVI secolo, continuo' per un lungo periodo ad avere sia una posizione che un'importanza strategica fondamentale; infatti rappresentava la "testa di ponte" prima del Regno d'Aragona, poi del Regno di Spagna nel mediterraneo occidentale. Ancora oggi, la bellissima cittadina catalana, é ambita meta, durante il periodo sia estivo che primaverile, di turisti Italiani e Stranieri, che vengono ad ammirare le splendide coste ed il centro storico che ha conservato le sue caratteristiche architettoniche ed urbanistiche.

EsternoIn più lo sviluppo in altezza delle abitazioni lungo le strette stradine del centro storico é dovuto al fatto che la città risultava fortificata ed i costi per l'ampliamento delle mura e la conseguente difesa della stessa, erano altamente elevati, per cui l'architettura, soprattutto quella civile, si sviluppava in altezza. Oltretutto l'ampliamento del perimetro delle mura era piuttosto difficoltoso, poiché se da una parte c'era il mare con la Secca delle Murgie che rendeva difficili gli approdi, dall'altra, verso terra, vi era tutta una zona paludosa.

Come é stato detto in precedenza, il centro storico di Alghero é un gioiello più unico che raro in Sardegna e l'anno 1354 é la data di nascita di " Alghero Catalana ". Che Alghero sia tale anche oggi é reso evidente non solo dalla lingua e dalle tradizioni, ma anche dai monumenti che, appunto nel centro storico, spesso " parlano catalano ": non solo per i due elegantissimi campanili e le parti architettoniche più significative della Cattedrale e di San Francesco, ma anche per i molti palazzi costruiti in stile gotico-catalano.

Esterno La città é interessante anche sotto il punto di vista numismatico, per i suoi " minutz " (minuti), una moneta che era battuta dalla zecca di Alghero, gestita dagli Ebrei. Questa si trovava nella zona che attualmente é di fronte alla Chiesa della Misericordia. La presenza degli Ebrei in Alghero, durata fino alla cacciata di questi da tutti i territori occupati dalla Spagna é incontroversa: la torre di Porta Terrafu costruita con il contributo obbligato della comunità ebrea, tanto é vero che questa torre é anche nominata "La Torre degli Ebrei". Alghero é il piu' caratteristico centro turistico della "Riviera del Corallo", dalle coste ricche di calette solitarie, di piccole insenature che nascondono soffici spiagge orlate da fitte pinete, di scogliere frastagliate e bagnate da un mare verde smeraldo.